Nicotina: è vero che non fa male? Ti racconto la mia esperienza

nicotina

Davvero non è un problema la nicotina? Sono molti i fumatori in Italia che scelgono la sigaretta elettronica per sostituire la sigaretta, qualcuno con l’obiettivo anche di smettere di fumare.

C’è un po’ un luogo comune e una convinzione e cioè che la nicotina non faccia male e che il problema, piuttosto, sta in tutte le altre sostanze dannose presenti nella sigaretta. Come dire: con la sigaretta elettronica possiamo “godere” dei piaceri della nicotina senza però doverci preoccupare delle conseguenze per la salute.

Ma è vero che la nicotina non fa male? In questo post ti parlerò di questa sostanza, la nicotina, dei pro e dei contro nell’usare nicotina, ma soprattutto di ciò che vedo nei fumatori che conosco attraverso i miei corsi, dopo anni di uso di questa sostanza.

Nessuna ricerca scientifica o dato statistico ma solo le vite di tanti fumatori che sono legate a questa sostanza. Considera anche che chi si avvicina a me e decide di acquistare il mio corso spesso è un fumatore da tanti anni ed ha anche provato più volte a smettere, con vari sistemi. 

Brevemente: che cos’è la nicotina? La nicotina è un veleno presente soprattutto nelle foglie del tabacco e che serve alla pianta per non farsi mangiari dagli insetti. E’ un repellente, un insetticida.

Perché la nicotina da piacere

La nicotina, per l’uomo, è anche una sostanza stimolante, una droga che aumenta la pressione del sangue e la frequenza cardiaca e come tutte le droghe interferisce con il rilascio di dopamina che è un neurotrasmettitore del piacere (per semplificare…).

C’è una cosa importante però da dire su questa ”droga”. Non è una droga da sballo e i suoi reali effetti in realtà sono alquanto spiacevoli perché si tratta appunto di un veleno. Il suo reale “gusto” lo hai potuto sperimentare quando hai fumato le prime sigarette della tua vita.

Tuttavia pur non essendo una droga dagli effetti tangibili, come le altre droghe crea i sintomi di astinenza. Quando l’organismo si abitua all’assunzione del veleno allora fumare sembra qualcosa di piacevole per il semplice fatto che i fumatori godono” nel calmare i sintomi di astinenza. Questa è in poche parole il funzionamento di questa droga.

nicotina beneficiQuali benefici ha la nicotina?

Per quanto ne so io, nessuno. Zero. Nessun beneficio, nessun piacere, nessuno sballo.

Tuttavia online si trova di tutto e di più e ho trovato interessante e anche divertente questo articolo sul blog di Svapotop, un portale che vende sigarette elettroniche.

Se vuoi approfondire l’argomento, trovare delle tesi interessanti ed avere così dei buoni motivi per continuare a fumare o svapare questo post fa al caso tuo. Si parla infatti di 10 sorprendenti benefici della nicotina e sono presenti anche le fonti con le varie ricerche che sostengono la tesi di questi 10 benefici.

Ora, due cose mi fanno riflettere:

1) il blog che ospita l’articolo vende prodotti a base di nicotina. E’ come se degli spacciatori di eroina facessero un blog post che parla di 10 sorprendenti benefici dell’eroina…

2) in tutti questi decenni passati, la Philip Morris, il colosso mondiale del tabacco, non ci ha mai detto nulla di questi sorprendenti benefici e se vai nel loro sito non c’è traccia di nessuno di questi.

Cavolo…  Ok che la sigaretta fa male ma come mai non c’hanno mai detto nulla dei benefici della nicotina? Come mai la Philip Morris ha taciuto in tutti questi anni e ci ha tenuto nascosto tutto ciò? Perché non ce l’ha scritto nei pacchetti di sigarette…?

A te la scelta su cosa credere e ricorda sempre che ciò che credi diventa la tua realtà, ma attenzione che ti puoi ritrovare in un mondo irreale, in una prigione per la tua mente come nel film Matrix.

Il mondo reale: la mia esperienza con i fumatori

Se invece vuoi catapultarti nel mondo reale ti racconto cosa vedo nei fumatori che ne fanno uso da tanti anni.

Non mi interessano i danni del fumo, mi interessa di più raccontarti cosa succede nella mente e nel cuore delle persone, e come la nicotina plasma la vita dei fumatori.

Ecco cosa avviene…

Alterazione della realtà

Essere fumatori non è solo una tossicodipendenza ma anche una sensazione.

La sensazione di non poter vivere senza sigaretta, ossia senza nicotina.

Dopo anni di uso di questa sostanza si crea dentro il fumatore una paura fottuta. Una grande, enorme paura di quella che il fumatore pensa sarà la vita senza sigarette. Il solo pensiero di non fumare più crea un senso di panico e smarrimento.

In virtù di questa grande paura, non solo molti fumatori trovano difficile smettere, ma molti non ci provano nemmeno e la maggioranza vorrebbe anche smettere ma non trova mai il momento giusto, rinvia la decisione, pensa che prima o poi lo farà o che un miracolo lo salverà.

Vorrebbe smettere perché sa che fa male e rischia la vita, ma alla fine non vuole perché ha paura.

Oppure utilizza palliativi, scorciatoie come appunto la sigaretta elettronica o cerca qualche pozione magica che lo faccia smettere. Quindi la nicotina genera paura e se pensi che ti dia coraggio, in realtà fa esattamente l’opposto.

Amnesia

Dopo anni di uso di nicotina il fumatore si dimentica letteralmente di come faceva a vivere prima di essere un dipendente da nicotina.

Cioè sai che c’è stato un periodo della tua vita in cui vivevi benissimo senza nicotina ma non c’è più traccia di tutto ciò nella tua memoria emozionale. Tutto cancellato.

Ti sembra di essere sempre stato un fumatore ed invece nessuno è nato fumatore. E’ difficile smettere ma è difficile pure iniziare, ricordi…?

Possessionenicotina danni

Per molti fumatori la sigaretta fa parte della propria identità, dell’immagine che hanno di se stessi, magari legata anche a sentimenti di ribellione o trasgressione.

Magari ti piace il gesto, ti sembra che la sigaretta faccia parte di te e della tua persona. Qualcuno pensa addirittura che fumare faccia parte della propria natura. In tutta sincerità… sono tutte cazzate.

La verità? Non è la sigaretta che fa parte di te, ma la nicotina che si è impossessata della tua persona e sei totalmente controllato da lei.

Non sei tu che fumi la sigaretta, è lei che si fuma te.

Stress e Ansia

Molti fumatori si descrivono come persone ansiose e stressate e quindi, per questo, fumano. Ma la triste realtà è che sono così appunto perché fumano.

La nicotina è fonte di ansia e stress, una sostanza che aumenta la pressione e la frequenza cardiaca, ed è un veleno molto potente.

Alla sigaretta ci pensi in continuazione e sei stressato ogni volta che vorresti fumare ma non puoi, sei stressato e ansioso ogni volta che pensi alle conseguenze per la salute. Sei stressato per la pressione dei tuoi familiari che vorrebbero che smettessi e sono preoccupati per te.

Per tutti quei fumatori che fumano di nascosto dai loro partner, figli o familiari c’è il grande stress di tutte le bugie che devono raccontare, dei modi che devono inventarsi per fumare e la consapevolezza di essere disonesti in primis con se stessi. 

Mancanza di fiducia

La nicotina mina l’autostima dei fumatori ed io ti posso dire che ho conosciuto e sto conoscendo tante persone in gamba tra i fumatori che svolgono i miei corsi, eppure l’uso prolungato di nicotina li fa sentire deboli, fragili e con poca volontà.

Invece poi mi accorgo che sono persone forti, perché nonostante vivano da anni con questa zavorra della nicotina non si vogliono arrendere alla dipendenza. E’ solo la nicotina che li fa sentire deboli e fragili.

Mancanza di energia e vitalità

La nicotina debilita il sistema immunitario e mi accorgo che il danno maggiore che fa è togliere energia e vitalità.

La nicotina rende apatici e così succede spesso che i fumatori fumano per noia ma non si accorgono che la causa della noia è la sostanza che assumo per farsela passare. La nicotina è la causa della noia.nicotina noia

Anestetizza la vita 

Come tutte le droghe la nicotina si lega alle emozioni e le attutisce.

Negli anni diventa, per molti fumatori, una specie di regolatore della emozioni.

Un fumatore spesso pensa di usare la sigaretta per superare i momenti difficili, le tensioni e le emozioni negative, ma non si accorge che così facendo attutisce anche le emozioni positive come la gioia e l’amore.

Usando una droga sei meno capace di provare emozioni. E le emozioni sono la vita. La nicotina in pratica è un freno, ti tiene bloccato e non ti permette di vivere la vita che meriti come essere vivente.

Tristezza

La nicotina è la droga più malinconica che esista. Nessuno sballo e nessun piacere. Fumare è solo togliersi un fastidio.

E poi… osservati e osserva i fumatori. Ti sembrano felici quando fumano? Ti senti forse felice a essere un fumatore? Forse in qualche occasione si, ma guardati e guarda gli altri fumatori quando fumano. Non hanno scelto di farlo ma sono costretti a farlo perché ne sono dipendenti. Le droghe non ti fanno mai felice.

nicotinaLa fuori c’è una vita che ti aspetta

La nicotina è un veleno che, come una goccia che scava la roccia, toglie la tua voglia di vita e ti spegne. Quasi non te ne accorgi perché è un processo lento come l’invecchiamento.

A chi conviene dire che la nicotina non è un problema? o addirittura descriverne i benefici?  Come direbbe Gigi Marzullo fatti una domanda e datti una risposta…

Non te rendi conto ma finora hai vissuto con il freno a mano tirato.

Qualsiasi prova o situazione che hai passato in vita tua l’hai superata nonostante avessi questa palla al piede. La fuori c’è una vita che ti aspetta.

I piaceri della vita sono sempre esistiti ed esisteranno sempre, che tu sia un dipendente dalla nicotina oppure no. Anzi la cosa fantastica è che tutto sarà ancora migliore senza più il freno della nicotina.

Una vita decisamente migliore è il che ti aspetta ed io ti aspetto dentro al mio corso (clicca qui) per insegnarti a viverla nei migliore dei modi…

Chi Sono

Sono Leonardo Brunetta, ex fumatore ed esperto in tossicodipendenze. Aiuto le persone a smettere di fumare in modo efficace e piacevole, così che possano vivere una vita migliore, più salutare e longeva, godendosi di più i momenti piacevoli e diminuendo lo stress.

Potrebbero interessarti anche...

Cosa ne pensi?