Forza di volontà: come averla automaticamente

forza di volontà

foto da google immagini

Forza di volontà… La volontà… Basta volerlo!.., è tutta questione di volontà… Quante volte me lo sento ripetere tra i commenti della mia pagina Facebook. Ma cosa avranno questi fumatori sfigati che non riescono a smettere solo perché non sono abbastanza forti e non hanno la necessaria forza di volontà?

La forza di volontà e i fumatori

Dopo aver conosciuto tanti fumatori nei miei corsi e nei percorsi che svolgo privatamente con loro, posso dirti che i fumatori hanno una grande volontà, sono generalmente persone forti e se non riescono a smettere non è perché gli manchi la volontà di farlo, ma i motivi son ben altri, e sono connessi ad una tossicodipendenza (quella da nicotina) che si insinua in tutti gli aspetti della vita delle persone.

D’altra parte io stesso mi ritengo una persona con tanta forza di volontà e determinazione, eppure sono rimasto intrappolato per anni nella tossicodipendenza nonostante volessi uscirne con tutto me stesso.

Diciamo una volta per tutte che la forza di volontà non c’entra con lo smettere di fumare e basta per favore dire che è solo questione di volontà: NON E’ VERO!

Ma in questo post non voglio parlare di cosa serve per smettere di fumare o per uscire da una qualsiasi tossicodipendenza. Voglio parlarti proprio di forza di volontà. Come fare per avere una grande forza di volontà?

I fondamentali della forza di volontà

Ti racconto la mia esperienza perché, se sono qui a scrivere questo articolo ed avere trasformato un’idea in un lavoro (anche se non lo considero tale), è stato grazie alla forza di volontà, anche se ovviamente non è l’unica cosa che mi è servita. 

La forza di volontà si fonda su 3 pilastri: il cosa, il perché e l’azione.

Penso però che il perché sia il pilastro più importante, che può rendere davvero la tua forza di volontà automatica e se continui a leggere ti spiegherò il perché (perdona il gioco di parole…). Peraltro il perché può anche trasformarsi nel tempo ma rimane la componente essenziale.

Il cosa

Cosa vuoi raggiungere? Se non sai cosa vuoi non avrai nessuna forza di volontà. Sarà scontato, sarà banale, ma è essenziale. Devi avere un qualche obiettivo (piccolo o grande) per avere forza di volontà.

Vuoi smettere di fumare? Vuoi perdere peso? Vuoi laurearti? Vuoi stare di più con i tuoi figli? Vuoi diventare un campione di sumo?

Insomma devi sapere cosa vuoi, sia nel piccolo, che nel grande.

Un obiettivo deve avere delle caratteristiche precise per essere definito tale, ma di questo te ne parlerò, (forse), in un prossimo post. Per il momento ti basti sapere che devi conoscere bene cosa vuoi e che il tuo obiettivo deve essere specifico ed essere espresso in positivo.

Per esempio voglio dimagrire non è un obiettivo, lo è invece voglio pesare 60 kg invece dei 70 attuali. Definisco l’obiettivo e lo esprimo in positivo. Non è quindi voglio diminuire 10 Kg ma voglio pesare 60 Kg. 

Credimi che tutto ciò fa una grande differenza perché ti mette in un atteggiamento mentale positivo e produttivo.  

Se pensi al tuo obiettivo, a volte devi anche un po’ sospendere le credenze che hai su ciò che sei o non sei in grado di fare. Devi usare un po’ l’immaginazione e fidarti dell’energia dell‘Universo. Se lo immagini, tu puoi.

Per quanto mi riguarda il mio obiettivo di partenza in questa mia avventura con i corsi ed il blog è stato ed è:  “Costruire un sistema di business basato sui contenuti e la relazione d’aiuto per risolvere alle persone il problema della dipendenza dal fumo (e il problema delle tossicodipendenze)”

A questo bisognerebbe anche aggiungere un numero definito come per esempio un fatturato o quante persone voglio far smettere, ed anche una scadenza. Ma personalmente non ho posto limiti alle persone e la scadenza è diventata superflua avendo poi dei grandi perché…

Il perché 

forza di volontàIl perché appunto…

Il secondo pilastro per avere una forza di volontà automatica è il perché. Questo è davvero fondamentale.

Perché vuoi perdere peso? Perché vuoi laurearti? Il perché ti permette intanto di capire se l’obiettivo che hai è davvero tuo o lo stai facendo per far piacere a qualcun altro (cosa che non funziona…), e poi è la spinta, è la benzina che alimenta la forza di volontà.

Se il tuo perché sarà debole anche la tua forza di volontà lo sarà. Quando invece hai un forte perché  la forza di volontà diventa quasi una forza di inerzia.

Il tuo perché deve darti la sensazione di vita cambiata.

Se, per esempio, laurearti non senti che può cambiare davvero la tua vita, la tua forza di volontà diventerà un macigno che ti schiaccia. Ti trascinerai e dovrai fare forza tutti i giorni e probabilmente penserai di non avere “la stoffa” dello studente.

Ma non è così, la forza di volontà ce la possiamo avere tutti se tocchiamo le leve giuste.

Le leve della forza di volontà

Per aiutarti a costruire il tuo perché puoi usare le leve del dolore e del piacere. Evitare il dolore e ricercare il piacere è un meccanismo radicato nel nostro subconscio.

Quindi cosa significherà per te raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato? E cosa significherà non raggiungerlo? Come ti sentirai se lo raggiungerai o se non lo raggiungerai?

Se per esempio il tuo obiettivo è stare di più con i tuoi figli, perché lo vuoi? Cosa ti darà? Cosa cambierà in meglio per te e per chi ti sta vicino?

Potrebbe essere, per esempio, che vuoi stare di più con i tuoi figli perché senti il bisogno di vivere appieno la loro infanzia e non riuscire a farlo ti da la sensazione di perdere una parte importante della tua vita e della loro vita.

Senti che se starai di più con i tuoi figli loro saranno più felici e persone più forti ed equilibrate.

Per esempio, due perché molto importanti per l’obiettivo che mi sono posto con questa mia attività sono:

1) Gestire il mio tempo ed essere libero dalla schiavitù dello stile di vita (il mio ex-lavoro da dipendente che non mi piaceva) per avere più tempo per me e per le mie relazioni importanti. 2) Portare la mia esperienza di vita al servizio degli altri avendo un impatto di miglioramento sul mondo, portando salute, benessere e libertà alle persone.

Ho anche altri perché, ma non ti posso mica svelare tutto!

Comunque ti posso dire che ho associato piacere all’idea di riuscirci e dolore all’idea di non riuscirci ed infatti la mia frase è: “riuscirci significherà vivere davvero la vita che voglio e merito come essere vivente” e “non riuscirci sarà una grande sconfitta e significherà sentirmi senza senso e vivere emotivamente come una schiavo”

Quando hai un forte perché la forza di volontà diventa un automatismo, non serve più pensarci e tutto va in modo fluido.

Avere un forte perché ti permette di affrontare gli inevitabili fallimenti e le delusioni nel tuo percorso. Ti permette di dare delle scadenze molto brevi al senso di fallimento e ripartire, sempre.

Perché, soprattutto se hai un grande obiettivo, il fallimento durante il percorso non solo è assicurato me è assolutamente necessario e terapeutico. Senza fallimento non esisterà il successoE ciò direi che vale assolutamente anche per lo smettere di fumare!

Ho scritto tutto ciò e altro ancora in un quaderno che mi leggo tutte le domeniche sere (o quasi…) per ricordare a me stesso cosa voglio e perché lo voglio. (Anche perché il raggiungimento del mio obiettivo è solo all’inizio)

forza di volontà

Azione

Ovviamente tutto ciò non ha molto senso se poi non fai azione. Puoi scrivere e rispondere a tutte le domande che vuoi ma devi passare all’azione.

L’azione alimenta i tuoi perché, affronti i fallimenti, sperimenti sulla tua pelle e guardandoti indietro vedi i progressi che fai e ciò ti da la fiducia per andare avanti.

E poi sii consapevole che la vita ha alti e bassi e le sue stagioni, per cui la primavera arriva sempre se non smetti di fare azione…

Pensa in grande quanto vuoi, ed è bello anche sognare, ma il consiglio che ti posso dare anche in virtù della mia esperienza è: agisci in piccolo.

Fai un passettino alla volta e ragiona sempre sul prossimo piccolo passettino da fare non pensando al tuo obiettivo nel suo insieme. Fai qualcosa, anche di piccolo, tutti i giorni. La determinazione può anche spostare le montagne, può essere anche piccola, ma deve essere costante.

La forza di volontà è un automatismo

In tutto ciò pensi ancora che serva un “qualche cosa” di miracoloso per far nascere la tua forza di volontà? Per me la forza di volontà non è un gene o una tratto del carattere, ma è solo la conseguenza di avere dei grandi perché per raggiungere ciò che vuoi e sai di meritare.

E tu che ne pensi?

Chi Sono

Sono Leonardo Brunetta, ex fumatore ed esperto in tossicodipendenze. Aiuto le persone a smettere di fumare in modo efficace e piacevole, così che possano vivere una vita migliore, più salutare e longeva, godendosi di più i momenti piacevoli e diminuendo lo stress.

 

Potrebbero interessarti anche...

Cosa ne pensi?