Cosa si cela (a volte) dietro il fumo

Cosa si cela dietro il fumoCosa si nasconde dietro il vizio del fumo?

In un interessante articolo che ho letto qualche tempo fa, da cui ho anche un po’ copiato il titolo di questo mio post, vengono descritti alcuni motivi che stanno dietro la dipendenza del fumo.

Ci sarebbe molto da discutere sugli argomenti esposti, soprattutto per quanto riguarda un’ipotetica fissazione orale dei fumatori dovuta ad una regressione ad una fase infantile della vita…

Ma non voglio entrare nel merito…

Piuttosto voglio portarti la mia esperienza personale e quella con i fumatori che hanno svolto uno dei miei corsi.

Vuoi sapere cosa si nasconde, davvero, dietro il vizio del fumo?

Premessa personale 

Non so se hai avuto modo di leggere la mia storia nelle pagine del mio blog. Te la racconto rapidamente: io non sono un medico, ne uno psicologo (anche se studio con piacere la psicologia del cambiamento), ma posso dire di avere un’esperienza con le tossicodipendenze a 360°. 

Le droghe sono state la mia principale passione, ma anche capire i meccanismi della dipendenza e come uscirne è diventata poi una passione, e il fatto di avere sperimentato tutto ciò è stata la molla che mi ha fatto appassionare anche alla sviluppo personale. 

Sicuramente ho iniziato questa “avventura” con i miei corsi ed il mio blog per la voglia di intraprendere una mia attività imprenditoriale. Tuttavia ciò che mi ha spinto in questo ambito è la mia esperienza nelle tossicodipendenze abbinata a voler fare qualcosa che ritenevo e ritengo molto importante. Portare la mia esperienza di vita per dare un contributo al mondo.

So bene cosa significa essere dipendenti da una sostanza tossica (come è anche la nicotina), e nella mia vita ho sperimentato più volte cosa si prova quando non si vedono vie d’uscita e non ti ricordi nemmeno più come facevi a vivere prima di essere dipendente dalla sigaretta. Ma nel mio caso anche dalle droghe. 

Cosa si cela dietro il fumo

La connotazione psicologica del fumo

Poi strada facendo, con il blog, la mia pagina facebook, i miei corsi online e dal vivo mi sono rapportato con tanti fumatori ( e non solo) e ho capito come la dipendenza dal fumo, nella sua connotazione psicologica, non è diversa dalle altre tossicodipendenze. 

La sigaretta così, come anche le droghe o l’alcol, diventa una “medicina“, un vero e proprio sostegno psicologico. Le droghe, infatti, sono molto legate alle emozioni. 

Nel mio corso in aula “Smettere di fumare divertendosi”  faccio molte volte riferimento alle altre tossicodipendenze più pesanti come quella da eroina o da alcol. E infatti, penso che ciò che mi contraddistingue, è l’aver portato la mia esperienza con le tossicodipendenze nel campo del fumo. (che è anch’esso una tossicodipendenza)

Cerco di far vedere la dipendenza dalla sigaretta da questa “nuova” angolazione. Facendo questo, succede spesso che, per i fumatori che svolgono il mio corso, si fa tutto più chiaro su dove è il problema e come poterlo risolvere. 

Tra i vari aspetti che girano intorno alle dipendenze c’è ne è uno che è abbastanza intuibile quando parliamo di droghe pesanti o alcol, ma molto meno evidente e più sottile quando si parla di dipendenza dal fumo.

Quando infatti pensiamo alle droghe o all’alcolismo, si pensa normalmente che siano espressione di un disagio, di mancanze, di sofferenze. Questo è quasi sempre vero, anche se poi si inizia per curiosità, oppure perché lo fanno gli amici o per la voglia di trasgredire. E peraltro la stessa cosa avviene con le sigarette… 

Quando pensiamo ai fumatori, (che sarebbe più corretto definire nicotinomani, cioè dipendenti dalla nicotina) non ci vengono in mente situazioni di disagio psicologico, liti in famiglia o storie di vita drammatiche. I fumatori fumano e basta… (Qualcuno la chiama anche l’abitudine di fumare, anche se NON è un’abitudine)

Eppure ti posso assicurare che non è sempre così e succede che a volte, quando si smette di fumare, si scopre qualcosa di se stessi di cui non ci si rendeva conto, un piccolo problema o anche una grande sofferenza che non c’entra con il fumo, ma che la sigaretta teneva nascosto.

La mia vicenda personale

Per farti un esempio ti porto la mia vicenda personale

Nel mio percorso di liberazione dalle dipendenze, una dipendenza con con cui ho avuto più difficoltà e con la quale sono ricaduto un’infinità di volte è stata quella dall’alcol. Per tanti motivi, ma uno in particolare mi è saltato davanti agli occhi e non ho potuto fare a meno di notarlo. Non che mi ritenessi un alcolista cronico, ma diciamo pure che per me l’alcol era un problema reale da dover risolvere.

Nel percorso che ho intrapreso per uscire anche dalla dipendenza dall’alcol, (che peraltro è molto simile al mio corso per smettere di fumare), ho capito tante cose, ho fatto molti progressi, mi sono liberato della tristezza dovuta al pensiero di non bere più alcolici, ma ad un certo punto mi sono accorto che l’alcol aveva una funzione precisa per me. Era la mia medicina per curare una relazione difficile. 

Cosa si cela dietro il fumo

Le “droghe sono medicine”

Sto bene con mia moglie ma come tutti i matrimoni ho attraversato ( e sto ancora attraversando) dei momenti difficili, di sofferenza, e nei quali l’alcol era diventato la mia cura, il mio palliativo per lenire la sofferenza.

Ma mi è successa una cosa interessante….

Aiutare le persone a smettere di fumare mi ha aiutato anche a risolvere il mio problema con l’alcol perché alla fine il meccanismo è lo stesso. La sigaretta per alcuni fumatori (non per tutti) è una medicina, un palliativo, un “ciuccio” con cui curare le proprie ferite o i propri problemi. 

Capire questo aspetto prima, ma anche dopo aver smesso di fumare, ha aiutato anche i fumatori che hanno partecipato ai miei corsi. Così, insieme, e attraverso alcune considerazioni e indicazioni alcuni di loro hanno capito il vero problema, che aveva poco a che fare con la sigaretta e molto di più con la loro vita. 

E’ diventata una splendida opportunità di crescere e migliorarsi come persone oltre che di smettere di fumare. Come dico spesso smettere di fumare non ti risolve i problemi ma sicuramente ti aiuta a risolverli perché l’iniezione di fiducia a e autostima che puoi ottenere è impagabile. 

Chi Sono

Leonardo Brunetta, ex fumatore ed esperto in tossicodipendenze, sono lo specialista per i fumatori incalliti.  Attraverso i miei corsi aiuto le persone a smettere di fumare in modo efficace e piacevole, così che possano vivere una vita migliore, più salutare e longeva, godendosi di più i momenti piacevoli e diminuendo lo stress.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *