Come smettere di fumare da soli: indicazioni e controindicazioni

come smettere di fumare da soliSecondo una statistica dell’istituto superiore di sanità il 75% dei fumatori che falliscono nel loro tentativo di smettere c’hanno provato da soli. Smettere di fumare molto spesso viene considerata un’abitudine ed anche per questo si tenta di smettere provando ad usare la propria forza di volontà.

Moltissimi, forse la maggior parte dei fumatori, vorrebbero smettere, ma vorrebbero farlo da soli. Partiamo intanto da una considerazione: cosa si intende per smettere di fumare da soli…?

Forse se stai leggendo questo post stai già cercando un aiuto, perché diciamolo, smettere di fumare non è per niente semplice anche se l’autore Allen Carr ha detto che è facile se sai come farlo. Ed in effetti sono tanti quelli che hanno trovato (abbastanza) facile smettere con l’aiuto del libro di Allen Carr.

Io stesso, ormai 8 anni fa, mi sono aiutato con il suo famoso libro, senza dubbio un “must” per smettere di fumare. Ma ci sono anche tanti altri che l’hanno letto e l’hanno trovato un po’ banale e ripetitivo, qualcuno addirittura mi ha detto che gli sarebbe venuta voglia di prendere le pagine e usarle per metterci il tabacco. 

L’unica indicazione che conta

Se, come immagino, stai cercando qualche consiglio per il “fai da te” in questo post ti posso dare forse l’unica indicazione che conta. Fuma la tua ultima sigaretta e mentre lo fai decidi che non fumerai più. Non avere mai nessun dubbio su questa decisione, questa forse è la cosa più importante (per quanto ovvia), da stamparti dentro la tua mente e soprattutto dentro al tuo cuore.

Vuoi evitare di perdere tempo? Clicca qui e scarica la guida gratuita con i 7 errori che commettono il 90% dei fumatori quando decidono di smettere di fumare .

Non provare a diminuire il numero di sigarette o smettere gradualmente perché rende le cose solo molto più lunghe e difficili. Fumare è una tossicodipendenza e come tutte le tossicodipendenze è costruita e programmata per farti aumentare le dosi e non per diminuire.

Non lottare contro qualcosa che non puoi controllare, non andare nella battaglia contro il fumo con le armi sbagliate. Ho scritto questo post per spiegarti come, in linea generale, non è la mossa giusta diminuire il numero di sigarette.

Dai un taglio netto, prendi una decisione, l’astinenza da nicotina è qualcosa di assolutamente gestibile e te ne parlo in questo post.

Tuttavia il fumo più di tutte le altre tossicodipendenze è una droga molto soggettiva e i sintomi di astinenza sono davvero i più vari e se ne vedono e sentono di ogni sorta.

Per cui se nel tuo tentativo ti ritrovi a provare qualcosa che per te è insopportabile, oppure se ti ritrovi dentro una spirale di depressione e lutto per aver perso la tua amica cicca, allora fossi in te non farei altri tentativi “fai da te”, perché come ti spiegherò più avanti in questo post, possono minare molto la tua autostima e la fiducia di potercela fare.

Non è un’abitudine

Ora diciamo la verità: smettere senza nessun tipo di auto che sia anche solo un buon libro da 10€  è veramente molto difficile e statisticamente pare che ci sia solo il 5% di possibilità di farcela.

Perché fumare non è abitudine ma una tossicodipendenza a tutti gli effetti, cioè è qualcosa che non dipendente dalla tua volontà.

Non basta volerlo o sarebbe meglio dire che la volontà non è necessaria per smettere di fumare perché è un problema che non c’entra con la volontà ed anzi ci va proprio contro.

Perché allora fumare sembra anche un’abitudine? Perché è legata alle abitudini, perché per molti scandisce la giornata, è il momento in cui magari ci si prende una pausa oppure costituisce il relax post-pranzo o post-cena.

Ma il punto è che tutti quei momenti in cui fumi una sigaretta sono creati dal bisogno di fumare. In pratica sei dipendente dalla nicotina e quindi dopo anni di tossicodipendenza hai costruito delle abitudini che servono per soddisfare il tuo bisogno di nicotina. Fumare è una tossicodipendenza e come tale va trattata!

Le tossicodipendenze

Quando si pensa normalmente alle tossicodipendenze può venire in mente una sostanza come l’eroina, per esempio. Certamente per quanto riguarda l’eroina è logico e normale pensare che un dipendente da eroina debba farsi aiutare da una comunità, oppure dai servizi per le dipendenze o da qualche clinica.

Invece per quanto riguarda la tossicodipendenza da nicotina si vuole fare tutto da soli.

Qualcuno ci riesce (il 5%) anche perché obiettivamente la nicotina è si una droga (e un veleno) molto potente, ma i sintomi di astinenza sono abbastanza gestibili. Non per tutti ovviamente, ma alcuni fumatori,  in effetti, smettono dall’oggi al domani senza nessun problema e nessun aiuto, cosa molto rara se non impossibile nelle altre tossicodipendenze. 

Il problema, quando si vuole smettere di fumare da soli, è che essendo appunto una tossicodipendenza la maggior parte dei fumatori ci provano ma non ci riescono. Ci riprovano ancora e non ci riescono.

Ora, io affermo sempre che uscire da una tossicodipendenza è un percorso a tappe e le tappe sono proprio i tentativi falliti, per cui bisogna considerare i tentativi falliti semplici incidenti di percorso.

C’è un grande pericolo

Tuttavia ogni fallimento porta con se delusione e sofferenza . Ma c’è un grande pericolo che può nascere. Il problema è che dopo svariati tentativi falliti chi ne paga le conseguenze è la tua autostima e la tua fiducia e può farsi spazio dentro di te la convinzione sbagliata di essere tu il problema, credere che sei tu che hai qualcosa che non va, o peggio ancora che non ce la farai mai. come smettere di fumare da soli.

Magari finisci per credere di avere una personalità dipendente o di pensare di essere destinato a fumare o peggio ancora di dover morire con la sigaretta in bocca.

Invece, ti posso assicurare anche per la mia esperienza di vita con le tossicodipendenze che il problema non sei assolutamente tu ma il tipo di “malattia” che hai. Le tossicodipendenze sono “malattie” che ti tirano sempre più giù facendoti perdere energia, autostima e fiducia.

Sei solo in trappola e se c’è qualcuno che ti può dare la mappa per uscirne ti eviti un sacco di sofferenza e magari, cosa che non fai male, eviti di perdere tempo. 

Facendoti aiutare puoi evitare di perderti e soffrire e farsi aiutare non significa essere deboli ma avere coraggio, intelligenza e maturità. Se non avessi avuto il coraggio di farmi aiutare forse non sarei qui a scrivere questo post, anzi, molto probabilmente non sarei proprio qui.

Se vuoi farti aiutare da me a questo link trovi il mio corso per smettere di fumare. Non è solo un semplice corso ma… una carezza al cuore!

Chi Sono

Sono Leonardo Brunetta, ex fumatore ed esperto in tossicodipendenze. Aiuto le persone a smettere di fumare in modo efficace e piacevole, così che possano vivere una vita migliore, più salutare e longeva, godendosi di più i momenti piacevoli e diminuendo lo stress.

Potrebbero interessarti anche...

Cosa ne pensi?